Home

 

FOTO GARE

703-Nikon_D5300

xlogo_q_png_pagespeed_ic_cA2Bxz63Yn

rounded_rectangle_0509

In collaborazione con il Gaglianico74

Logo-ASG-74-dal-2007

lo russoalessia idea 1                                                            news biella

Catturaw

 

biella cronaca


biella-running1

Presentata la nuova stagione  dal Palio del Miglio al Passatore

Per info…. qui.


POKER DEL CROSS DEL NOVARESE 2016/2017

 

  17° Edizione POKER DEL CROSS DEL NOVARESE – 2016-2017 

25 febbraio (sabato) 2017 TRECATE

Qui tutte le info..


19 – 02  – 2017 Ancona

Ottimo 2° posto per la biellese Valeria Roffino(Fiamme Azzurre ) nei  3000 piani, ferma il cronometro in (9’31”25)  al primo posto Giulia Alessandra Viola, portacolori delle Fiamme Gialle in 9’04”18,  terza Silvia Oggioni (Pro Seso, 9’32’01) e 5° posto per  Valentina Costanza (Esercito Italiano)  con 9’38”68 .

————————————————————————–

Fantastica Stefania Biscuola

L’atleta biellese è 4ª ai Campionati Italiani Indoor sui 400 metri limando il suo personale di 3 secondi

Una grandissima rimonta, un risultato fantastico per Stefania Biscuola, atleta biellese cresciuta nel Bugella e consacratasi nell’Atletica Arcobaleno Savona.
Questo pomeriggio ad Ancona ha preso parte ai Campionati Italiani Indoor di Atletica Leggera sulla distanza degli 800 metri che, al chiuso, sono 4 giri di pista.

Per tutte le notizie vai su: www.biellacronaca.it

 


19 – 02 – 2017  Vigliano Biellese ( Biella )

Vincono la 13° edizione cascina torta: Francesco Nicola e Barbara Merlo

Primi 3 Assoluti :

1° Farina Alessandro – 2°Grosso Francesco – 3°Cerri Luca.

Primie 3 Assolute :

1°Merlo Barbara – 2°Bernardi Selena – 3°Zaninetti Letizia


12-02-2017  Valdengo ( Biella)
Enzo Mersi e Cecilia Pedroni vincono la prima edizione del Winter Brich km 21 2017

Il Corto km 10  Luca Giovannini e Selena Bernardi

Soddisfatto Paolo Zilvetti, mente e cuore di questa manifestazione, insieme a Alessandro Zappa, Gabriele Musso e Claudio Musso e a tanti volontari che hanno cercato di non lasciare nulla al caso: «Abbiamo lavorato mesi per questa gara e devo dire che i risultati ci sono stati – dice Zilvetti – Tanti atleti al via, mi sembrano siano tutti soddisfatti. Il percorso è bello e a dire dei partecipanti ben tracciato, nonostante gli “scherzi” dei giorni scorsi». Articolo completo su www.biellacronaca.it

Trail lungo i primi tre km21 circa

1° Mersi Enzo (Atletica Monterosa Mauro Fogu) 1:29:24, 2° Cubello Antonio (Applerun Team) 1:31:06, 3° Proserpio Paolo (Valetudo Skyrunning Italia Racer) 1:34:32

1° Pedroni Cecilia (Trailrunner Finale Ligure) 2:04:15, 2° Mora Cecilia (Valetudo Skyrunning Italia Racer) 2:05:12, 3° Brera Molinaro Rosalba (G.s.a. Pollone) 2:13:21

 

—————————————————————————

Trail corto i primi tre km 10 circa

1° Giovannini Luca (Atletica Candelo) 55:22, 2° Gremmo Massimo (Atletica Candelo) 55:40, 3° Finotello Gianluca (Biella Running) 56:14

1°  Bernardi Selena 1:00:42 –  2° Bozzalla Michetto Susanna 1:09:19 – 3° Billo Silvia 1:10:24


11-02-2017  Verrone ( Biella )

Fabio Bosio e Letizia Zaninetti  vincono la 3ª prova del Trofeo Cedas Lancia 

Circa 90 gli atleti presenti per la terza prova, questa volta li attendeva un campo di gara degno dei Cross, reso molto pesante dalle pioggie e temperature  sopora lo zero termico.

ARRIVO MASCHILE

1° Fabio Bosio (libero), 2° Ermes Zonca (Atl. Valsesia), 3° Luca Bozino (Atl. Valsesia), 4° Marco Deusebio (Biella Running), 5° Erich Grisoglio (Gaglianico 74), 6° Andrea Martini (Atl. Candelo), 7° Edoardo Rosso (Atl. Gaglianico), 8° Simone Borri (Gaglianico 74), 9° Lorenzo Mussetti (La Vetta), 10° Pablo Marino (Biella Running)

ARRIVO FEMMINILE

1ª Letizia Zaninetti (Atl. Valsesia), 2ª Rosetta La Delfa (Gaglianico 74), 3ª Clara Defilippi (Atl. Valsesia), 4ª Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners), 5ª Patrizia Di Massimo (Gaglianico 74), 6ª Daiana Florio (Gaglianico 74), 7ª Milena Foglio Stobbia (Olimpia Runners), 8ª Simonetta Tagliavini (Atl. Candelo), 9ª Enrica Tosi (Biella Running), 10ª Anna Vannelli (Biella Running)

 


11-02-2017 Verrone ( Biella )
Ancora furti sulle auto degli sportivi

Questo pomeriggio prese di mira le auto dei podisti e dei calciatori impegnati al Centro Sportivo Cedas Lancia. Ancora furti sulle auto degli sportivi.

I soliti ignoti hanno colpito ancora gli sportivi. Questo pomeriggio al Centro Sportivo Cedas Lancia di Verrone erano in programma alcuni eventi, una corsa podistica e una partita di calcio principalmente: tante le macchine parcheggiate all’interno del Centro e nel piazzale adiacente. Sono state queste ultime ad essere prese di mira dai ladri: finestrini spaccati, serrature forzate, maniglie spezzate alla ricerca dei valori (telefoni, soldi e carte di credito soprattutto) dei partecipanti.

Un fenomeno, purtroppo, che sembra in crescita e che è difficile da arginare pur essendoci delle soluzioni, quanto meno nelle “location” più facilmente controllabili: ad esempio nel Winter Trail in programma domani mattina, domenica, a Valdengo e dintorni, gli organizzatori hanno previsto la presenza dei volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri chiamata appositamente per controllare le auto in sosta.

In un momento di recrudescenza di questi fatti è venuto il tempo che siano le stesse società a prevedere servizi di vigilanza “volontari” o “privati” pagando quanto necessario: l’aumento anche solo di un euro dell’iscrizione potrebbe coprire queste spese e siamo certi che gli stessi atleti non troverebbero nulla da ridire se gli venisse garantita la sicurezza necessaria.
© Riproduzione Riservata   www.BiellaCronaca.it


 10/02/2017 Biella

Tre grandi classiche della corsa su strada biellese unite tra loro da un unico filo conduttore: il Gran Premio Podistico Valli Biellesi.
Una iniziativa targata BiellaCronaca.it in collaborazione con Biella Sport Promotion, Gac Pettinengo e Gaglianico 74, ma soprattutto un bel regalo per tutti i runners biellesi.

Prima di spiegare l’iniziativa due pilastri basilari di questo gran premio: innanzitutto per gli atleti nessun costo supplementare rispetto alla tassa d’iscrizione di ognuna gara, e poi oltre 60 premi assegnati in una serata dedicata.

Abbiamo “copiato” non lo neghiamo, perchè se una cosa è fatta bene può anche essere fonte di ispirazione: il Gran Premio Podistico Valli Biellesi, infatti, si ispira al Trittico Valsesiano, un evento che ci piace molto, che abbiamo seguito con i nostri articoli e che sappiamo è molto apprezzato dai runners. Viste queste premesse ci siamo chiesti perchè non riproporlo anche a Biella?!

NESSUNA iscrizione, NESSUN costo per gli atleti, abbiamo detto: l’unica condizione è PARTECIPARE A TUTTE E TRE e le manifestazioni che ora sveliamo, anche se probabilmente le avrete già intuite dalle premesse.

Prima tappa il 12 marzo con la Biella-Santuario di Graglia, seconda tappa 14 giorni dopo (il 26 marzo) con la Biella-Piedicavallo, terza e ultima tappa la Biella-Oropa il 29 luglio.

Il regolamento è semplicissimo. Al termine delle tre gare verranno sommati i tempi di ogni atleta e verranno stilate le classifiche assolute maschili e femminili e le classifiche di categoria Master. Verranno premiati i primi tre di ognuna delle categorie previste: Assoluta maschile e femminile, PSM e PSF, Master maschile da M35 a M70 compresi e da F35 a F65 per un complessivo di 20 categorie. Sono poi previsti un premio per la società più numerosa e per la società vincitrice della classifica a punti e… altre sorprese.

“Unire tra loro queste tre manifestazioni storiche del nostro territorio è una bellissima iniziativa – dice Claudio Piana – e sicuramente sarà un ulteriore stimolo per i partecipanti. E’ importantissimo accumunare la passione degli organizzatori al di là di che campanile rappresentino: sono aperto a queste iniziative e a collaborazioni tipo quella avuta col Biella Running che è sfociata in una bellissima manifestazione quale è stata il Miglio di Biella. Alla fine parliamo tutti la stessa lingua e vogliamo fare qualcosa di buono per il mondo dell’atletica: bene così”.
Piana con il Gac Pettinengo e Biella Sport Promotion organizzerà , lo ricordiamo, la seconda e la terza tappa dell’evento, ovvero la Biella-Piedicavallo e la Biella-Oropa.

La gara di esordio sarà invece la Biella-Santuario di Graglia, proposta come di consueto dal Gaglianico 74 e che quest’anno anticipa di due settimane la Biella-Piedicavallo.
“Il Gran Premio podistico delle Valli Biellesi – dice Alberto Cappio – è un’ottima iniziativa, sia per valorizzare queste tre gare sia per mettere in mostra in nostro bel territorio. Dal punto di vista societario siamo molto contenti di essere stati presi in considerazione ed inseriti in questa manifestazione: sicuramente ne trarremo un beneficio. E’ davvero molto positivo per noi organizzatori, ma anche per gli stessi atleti, che un giornale on line serio e preparato sull’argomento come biellacronaca dia così tanto spazio al nostro mondo”.
© Riproduzione Riservata

 


05-02-2017 Castellengo ( cossato )
Andrea Nicolo e Claudia Marchisa. vincono a  Castellengo Assoluta maschile1° Andrea Nicolo (Ugb Biella)  2° Mamadou Abdoullay Yally (Athletic Club 96 Bolzano)  3° Edoardo Mello Rella (Ugb Biella)Assoluta Donne1° Claudia Marchisa (Gp Solvay) 2° Melissa Ragonesi (Valdivedro), 3° Barbara Merlo (Splendor Cossato)

 

 


05-02-2017 Magenta

Fatna Maraoui vince la StraMagenta 2017

Grazie a foto Antonini.

Grande aflfuenza di atleti  questa mattina per la 10km di magenta: al 7° posto la biellese  Ilaria Zaccagni. Il primo dei  biellesi è Paolo Zilvetti.

1° Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana) in 30’29” –  2° Yassine Rachik (Casone Noceto, 30’32”)  – 3° Renè Cuneaz (Pro Patria Milano, 30’38”).

Primo dei  biellesi è  Paolo Zilvetti (Atl. Candelo) col tempo di 34’05” al traguardo 41° assoluto e 5° di categoria M40.

Donne

1° Fatna Maraoui  33’24”  –  2° Federica Casati (Bracco Atletica, 35’23”)  –  3° Giorgia Morano (Cus Torino, 35’32”) Grande Ilaria Zaccagni (Atl. Palzola, 37’05”) si piazza al 7° posto

 


Corsa Miguel 2017  Roma
OLTRE 9.500 RUNNER DI CORSA NELLA CAPITALE. VINCONO I DUE FINANZIERI FLORIANI E CONSOLE

Si è svolta oggi a Roma la 18^ edizione de La Corsa di Miguel, la corsa podistica organizzata dal Club Atletico Centrale e dall’Uisp per ricordare il poeta-maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, uno degli oltre 30.000 desaparecidos. All’interno dello Stadio Olimpico sono arrivati oltre 9500 runner che hanno preso parte alle tre prove in programma (10 chilometri competitiva e non, e la Strantirazzismo di 4 chilometri aperta a tutti).

La prova competitiva ha visto al traguardo 4.415 runner (3.412 uomini e 1.003 donne) mentre le altre due prove hanno visto la partecipazione di oltre 5000 persone, tra le quali gli studenti dei licei romani che hanno ospitato gli studenti delle scuole delle zone terremotate del Lazio, Umbria e Marche e decine di runner di Norcia e Amatrice.

E proprio alle popolazioni di questi comuni è stata dedicata questa edizione, con centinaia di runner delle associazioni partner della Corsa di Miguel e alcuni grandi campioni del presente e del passato di altri sport che hanno corso per testimoniare la loro vicinanza.

E’ il caso di Massimiliano Rosolino, l’olimpionico del nuoto che all’esordio in una gara di corsa su strada ha chiuso in 47:07, e dell’olimpionica di windsurf Alessandra Sensini, che ha chiuso in 51:23. Meno di 50 minuti invece per il surfista romano Alessandrò Marcianò e per l’ex fiorettista olimpica Margherita Granbassi, entrambi in gara nella non competitiva sempre di dieci chilometri.

 

LA CRONACA DELLA GARA

In campo maschile si è assistito ad una sfida serrata tra sei atleti, che fino all’ingresso nello Stadio Olimpico sono rimasti praticamente appaiati, tanto da chiudere uno dietro l’altro nell’arco di soli sei secondi.

A spuntarla sulla pista dello stadio è stato l’atleta delle Fiamme Gialle Yuri Floriani (29:56), che lo scorso anno arrivò secondo, che ha avuto la meglio allo sprint sul moldavo Roman Prodius (29:56) e sull’altro finanziere Patrick Nasti (29:57).

“E’ stata la mia prima gara dopo l’Olimpiade di Rio – ha detto Floriani all’arrivo – perché ho subito un piccolo infortunio dal quale mi sono appena ripreso. Sono contento per la prestazione ma soprattutto di aver onorato la Corsa di Miguel che da anni è una tra le mie gare preferite perchè lancia sempre segnali solidali importanti”.

In campo femminile la vittoria è andata ad un’altra atleta delle Fiamme Gialle, Rosaria Console, la maratoneta azzurra tornata in grande forma tanto da aggiudicarsi la vittoria alla Best Woman e alla Corsa di Miguel in poco più di un mese.

Console ha chiuso in solitaria dentro lo Stadio Olimpico (33:04), precedendo Laila Soufyane del CS Esercito (33:13) che aveva vinto la corsa negli ultimi due anni.

Al terzo posto l’atleta dell’Aeronautica Militare Martina Merlo (33:38). “La Corsa di Miguel è un’appuntamento fisso per me da anni – ha detto Console a fine gara -, quest’anno poi avevo un motivo in più per correrla perché sapevo che con la mia partecipazione contribuivo a lanciare un messaggio di speranza alle persone che stanno vivendo il dramma del terremoto. Sono felice dunque di averla anche vinta, onorando la partecipazione, e sono soddisfatta della mia prestazione che mi fa ben sperare per il rientro in gara sulla distanza di maratona”.

Per ciò che concerne la classifica delle società più numerose, come negli scorsi anni è stata la Podistica Solidarietà a vincerla con 380 arrivati; secondo posto per i Bancari Romani con 243, terzo per Lbm Sport con 191 (Classifiche complete su www.tds-live.com).    Si ringrazia per articolo: www.marathonworld.it


29-01-2017

ELEZIONI PROVINCIALI FIDAL

Colpo di scena: non ci sarà un presidente

A sorpresa si presentano due candidati consiglieri “avversari” e Paolo Vialardi rinuncia al ruolo di presidente.

Colpo di scena: non ci sarà un presidente 3

Colpo di scena: il comitato di Biella-Vercelli della Fidal di fatto è morto questa mattina. Nessuna candidatura al ruolo di presidente è stata presentata (il termine ultimo erano le ore 11) e dunque toccherà al Comitato Regionale decidere le sorti “politiche” del nostro territorio: probabilmente verrà nominato un “reggente” che avrà compiti esclusivamente ordinari per il quadriennio olimpico 2017-2020.

Non si è ripresentato Paolo Vialardi, il candidato della prima ora, sostenuto dalla maggioranza delle società provinciali, ma non dalla maggioranza dei votanti nella prima tornata di elezioni: ricordiamo la “querelle” delle schede bianche i successivi faccia a faccia nel tentativo di dipanare una matassa davvero intrecciata.
E non si è candidato nessun altro al ruolo di presidente.

Cosa è accaduto? Cosa non ha convinto Vialardi, o meglio, cosa lo ha convinto a desistere, considerando che la sua squadra era pronta?

Ci fosse stato un altro candidato presidente, probabilmente Vialardi si sarebbe a sua volta presentato.

Quasi certamente a farlo desistere è stata la candidatura quali consiglieri di Elena Sandigliano e Bruno Cerutti, tesserati Zegna Trivero: società che a dicembre aveva votato scheda bianca.
E’ vero che Vialardi aveva una squadra pronta (i consiglieri Gianni Melis, Chiara Meliga, Claudio Sassone, Alberto Cappio e Grazia Ammaturo) è anche vero che il regolamento elettivo Fidal permette candidature al ruolo di consigliere pur senza essere nella “lista” di un presidente.

A questo punto, visto il numero di voti che avrebbero avuto Cerutti e Sandigliano (probabilmente, ma è solo un’ipotesi, dalle società votanti bianco la prima volta) si sarebbe creato un paradosso, ovvero Vialardi eletto presidente con due consiglieri di “fazione” opposta in consiglio. In una parola: ingovernabilità. E usiamo un termine “politico” perchè mai come in questo frangente la “politica” ha battuto lo “sport”.

Paolo Vialardi è laconico nel suo commento, dispiaciuto ma già proteso al futuro: «Ho avuto due giorni di tempo per pensarsi e ho risolto che non c’erano le condizioni per potersi candidarsi. Mi spiace tanto, ma in questo momento sono più sereno: tornerò a pensare al 100 per cento al Biella Running, ai tanti progetti che ho in mente e che coinvolgeranno non solo i nostri tesserati».

Niente paura per tutti gli atleti: le gare continueranno ad esserci su tutto il territorio, forse qualche società pian piano col tempo uscirà dalla Fidal, magari gli enti di promozione sportiva colmeranno alcuni vuoti creati da questa situazione, sicuramente il rancore tra i “soggetti” coinvolti per un po’ sarà più marcato, ma alla fine i runner continueranno a correre e questo per loro è l’unica cosa che conta.

Il “pasticciaccio” si chiude qui, sino alla prossima puntata, ovvero quando la Fidal regionale deciderà cosa fare del defunto comitato provinciale di Biella-Vercelli.

www.biellacronaca.it
© Riproduzione Riservata


29-01-2017

1° TROFEO CEDAS LANCIA

Vinzio e Defilippi vincono la 2ª prova

I migliori biellesi nel “Corto” di 4km sono Fabio Bosio e Rosetta La Delfa: oltre 100 gli iscritti. La terza prova è prevista sabato 11 febbraio

 

La seconda prova del Trofeo Cedas Lancia è andata in scena questa mattina sul circuito semi-permanente di Verrone: numeri in incremento rispetto alla prima prova con 103 partenti ed una crescita di oltre il 30 per cento.
Il bel tracciato nel centro sportivo ha accolto i concorrenti del “Corto” ancora immerso in una leggera nebbiolina, quasi del tutto sparita alla partenza, con temperatura di circa zero gradi ed un terreno duro e ghiacciato.

Un bel successo organizzativo per Claudio Canatone, l’Atletica Candelo e la Cedas Lancia, che si stanno prodigando senza soste in questo periodo nel quale, storicamente, le gare in zona sono pochissime. Per articolo completo vai su: biellacronaca

Ordine di arrivo maschile assoluto

1° Elvio Vinzio (Atl. Valsesia), 2° Fabio Bosio (libero), 3° Luca Bozino (Atl. Valsesia)

Ordine di arrivo femminile assoluto

1ª Clara Defilippi (Atl. Valsesia), 2ª Rosetta La Delfa (Gaglianico 74), 3° Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners)

 


22 Gennaio 2017. Verrone

Attenzione cambiamento data di una gara:  

L’organizzatore, Claudio Canatone (e tutta l’Atletica Candelo, partner della manifestazione), considerata la concomitanza con altro evento a Biella in stessa data, ha deciso di spostare l’ultima gara che era in programma domenica 26 febbraio al giorno prima. Il “cross-staffetta” andrà dunque in scena sabato 25 e nello stesso pomeriggio verranno messe in scaletta le premiazioni finali.

 …………………………………………………………..

Non male la prima delle quattro prove in programma nel centro sportivo della ex Lancia di Verrone. Circa 75 i partenti per il cross lungo di km 8,00 sia per gli uomini e donne.Temperatura sotto lo zero che purtroppo messo ko il servizio docce. Ecco le foto in anteprima il podio maschile e femminile.

1° Marco Munerato (Fulgor Prato Sesia), 2° Luca Bozino (Atl. Valsesia), 3° Paolo Finesso (Atl. Valsesia)

1ª Maria Antonietta Di Napoli (Atl. Santhià), 2ª Rosetta La Delfa (Gaglianico 74), 3ª Debhora Li Sacchi (Olimpia Runners)

Tutte le classifiche della prima tappa del “Trofeo Cedas Lancia” organizzato questa mattina sul percorso semipermanente del centro sportivo le trovi su : www.biellacronaca.it

Le foto gara su: biellaedintorni.it   /  altre foto su: www.biellacronaca.it pagina sport.


 15 Gennaio 2017 Candelo

Sono stati complessivamente 484 gli atleti che hanno tagliato il traguardo dell’edizione 2017 della Ysangarda Night, il trail notturno organizzato sabato sera sulle strade dei dintorni di Candelo e sui sentieri della Baraggia.

Splendida Ysangarda Night: l’edizione 2017 conferma la bellezza di questa gara, vuoi per l’organizzazione perfetta di Paolo Boggio e del suo staff, vuoi per gli splendidi scenari che si attraversano. Ieri sera è mancata solo la luna coperta dalle nuvole che nei giorni precedenti hanno spolverato di bianco-neve il percorso che così risultava illuminato solo dalle centinaia di lampade frontali degli atleti.

Neve e ghiaccio lungo i 20 chilometri di gara, così come sul percorso più corto da 10 dove la maggioranza degli atleti erano biellesi. Per tutti una serata intensamente sportiva ma anche di grandi soddisfazioni per una sfida contro se stessi su un percorso sicuramente più lento rispetto alla passata edizione, ma altrettanto impegnativo ed affascinante: durissime le discese dove in tanti sono scivolati a terra o si sono tenuti in piedi grazie all’aiuto delle piante che ha simpaticamente ricordato Paolo “sono state messe li apposta per darvi una mano…”.
Oltre 500 gli atleti effettivamente partiti, conosceremo il numero esatto degli arrivati nel pomeriggio quando verranno diramate dagli organizzatori le classifiche.

Per intanto rendiamo merito ai migliori.

Nella corsa lunga ha vinto il favorito della vigilia ovvero il colombiano Juan David Orozco Sanchez (Atl. Monterosa), conosciutissimo nel biellese per le sue tante gare da protagonista: 1 ora 14 minuti e 16 secondi il suo tempo.
Al secondo posto il primo biellese: Adriano Zucco (Atl. Palzola) ha tagliato il traguardo insieme a Cristiano Tara (Gsa Valsesia) col tempo di 1h16’36”. A seguire sul podio “allargato” anche Fabrizio Colombo (1h18’19”) e Andrea Pilati (1h20’29”).

Tra le donne vittoria per Sara Garavaglia (1h37’41”), davanti a Rosa Orlarey (Canavese 2005, 1h39’13”), Emanuela Manzoli (1h46’27”), Silvia Saletta (Cento Torri Pavia, 1h47’36”) e Chiara Biondi (1h47’44”).

Nella corsa corta lungo testa a testa per decidere la vittoria finale: trionfa Riccardo Greppi (Splendor Cossato) col tempo di 42’27” precedendo Simone Borri (Gaglianico 74, 42’27”) di soli 3 secondi e Ludovico Sanfilippo (Atl. Candelo) di altri 9 (42’36”). Al 4° e 5° posto altri due portacolori del Gaglianico 74 ovvero Dario Monteferrario (43’22”) e Salvatore Saia (43’41”).

Tra le donne corsa in solitaria per Marica Mainelli (Biella Running), partita fortissimo e arrivata col tempo di 45’45”. Al secondo posto Monica Moia in 50’18” seguita a pochi metri da Rosetta La Delfa (Gaglianico 74). Al 4° posto Patrizia Di Massimo (Gaglianico 74, 53’32”) e al 5° Alessia Canepa (54’14”).

Si ringrazia www.biellacronaca.it per le foto e articolo.

 


15 Gennaio 2017 Villa Lagarina (Trentino)

Valeria Roffino seconda alla   corsa campestre organizzata a Villa Lagarina in Trentino

Dossena e Ndiwa vincono la 40° edizione Cross della Vallagarina

L’azzurra Sara Dossena (Laguna Running) e il keniano Robert Ndiwa hanno vinto nel 40° Cross della Vallagarina, la tradizionale corsa campestre organizzata a Villa Lagarina, in Trentino, dall’Us Quercia Trentingrana. Per entrambi si tratta di un ritorno sul gradino più alto del podio nella manifestazione: la trentaduenne di Clusone infatti si era imposta nel 2005 quando tra le promesse colse il titolo tricolore proprio in riva all’Adige, mentre l’africano aveva scritto tre anni fa il proprio nome nell’albo d’oro.

Al femminile la Dossena, insieme a Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), ha saputo tener duro al duplice attacco dell’etiope vincitrice uscente Alemitu Amara Hawi, costringendola nel finale a un terzo posto proprio alle spalle delle due italiane, autrici di una prova gagliarda. I giochi si sono decisi di fatto nell’ultimo dei sei chilometri circa previsti dal programma di gara: l’allungo deciso della Dossena non ha trovato l’attesa risposta dell’etiope e così sulle tracce della lombarda si è avviata la biellese Roffino, per una doppietta italiana che restituisce il tricolore sul gradino più alto del podio lagarino, due anni dopo il secondo dei due successi firmato da Silvia La Barbera. Terzo posto quindi per la Hawi, seguita a distanza da Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera) e dalla più giovane Costanza Martinetti (Libertas Arcs Cus Perugia).

L’ottimo risultato delle ragazze ha ispirato anche il mantovano Marco Salami (Esercito), che nella gara maschile ha provato a sua volta a far saltare il banco africano.

Tentino 2017 Sara Dossena e Valeria Roffino

Sara Dossena e Valeria Roffino (foto Organizzatori)

E per lunghi tratti di gara il trentunenne dell’Esercito è stato il principale protagonista, finché a due tornate dal termine (delle 8 previste per poco più di 9 chilometri) Ndiwa ha rotto gli indugi e preso progressivamente il largo. Proprio all’imbocco dell’ultimo giro, nella scia di Salami si è quindi affacciato il burundese Olivier Irabaruta che è andato così a prendersi la piazza d’onore lasciando all’azzurro il gradino più basso del podio. Quarto posto quindi per l’altro italiano Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli) con il keniano Daniel Ngeno quinto a precedere un brillante Alessandro Giacobazzi (La Fratellanza 1874 Modena) che ha realizzato una prova in rimonta e chiusa davanti all’ucraino Vasyl Matviychuk e al trentino Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe).

In precedenza le sfide giovanili avevano proposto le vittorie della padrona di casa Nadia Battocletti (Atl. Valli di Non e Sole) tra le allieve al termine di una prova condotta a braccetto con la junior Francesca Tommasi (Atletica Insieme New Foods Verona), con la veneta a guidare successivamente la classifica under 20. Al maschile il migliore junior di giornata si è rivelato lo scalatore meranese Daniel Pattis (Sudtirol Team Club) mentre tra gli allievi ad imporsi è stato l’emiliano Nicolò Barbieri (La Fratellanza 1874).

Luca Perenzoni
SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
RISULTATI/Results

 

40. CROSS INTERNAZIONALE DELLA VALLAGARINA

Organizzazione: U.S. Quercia Trentingrana – Villa Lagarina

Cross Km 10 Internazionale Uomini

1 NDIWA Robert 1989 SM KE001 KENYA 27:21.9
2 IRABARUTA Olivier 1990 SM BU001 BURUNDI 27:27.0
3 SALAMI Najibe Marco 1985 SM RM052 C.S. ESERCITO 27:31.7
Cross Km 6 Internazionale Donne

1 DOSSENA Sara 1984 SF CA223 LAGUNA RUNNING SSD SRL 22:24.8
2 ROFFINO Valeria 1990 SF RM002 G.S. FIAMME AZZURRE 22:26.2
3 AMARA Alemitu Hawi 1996 PF ET001 ETIOPIA 22:44.2

 


14 Gennaio 2017  Castelletto Ticino (NO)

Vincono la 17° edizione del Poker del Cross Novarese edizione 2016/7  con una gara di anticipo: Marco Gattoni e Caccamo Erica

Vi aspettiamo per la festa finale del Poker 2016/7  per la 4 prova e ultima il  25 febbraio (sabato) TRECATE

NOV_8629NOV_8762

Marco Gattoni                                                       Caccamo Erica

 

Foto e classifiche qui.

17^ Poker del Cross Novarese 3 tappa circa 300 i partenti tra fango e neve, dominio per Marco Gattoni ( atletica palzola ) e Martina Moglia ( cus torino )

Primi 3 assoluti/e.  

1° Gattoni Marco – 2° Ugazio Marcello –  3°Fontana Nicolo

1° Martina Moglia – 2° Cristina Clerici – 3°Caccamo Erika

NOV_8629NOV_8675

Marco Gattoni                             Martina Moglia


08 Gennaio 2017   Verrone

Tutte le classifiche ufficiali FIDAL qui

A scrivere il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione è stato il valdostano Xavier Chevrier, portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche e già visto sulle strade biellesi: lo ricordiamo vincitore di una Biella-Piedicavallo. Chevrier è atleta di grande livello: nel 2015, lo ricordiamo, è stato campione del mondo a squadre di Corsa in Montagna.
A Verrone ha condotto in solitaria fin dal primo giro a lungo tallonato dall’indomito Alberto Mosca, biellese dell’Atletica Palzola, vincitore lo scorso anno. Mosca ha chiuso a 20 secondi.
Al terzo posto il borgosesiano Paolo Finesso arrivato a 1 minuto e mezzo da Chevrier e vincitore del lungo duello con Paolo Aimar e Enrico Bersia.

nov_7611

 

La prova femminile della 2ª edizione del Cross dei Laghetti, organizzato questa mattina a Verrone è stata la più penalizzata dalle condizioni atmosferiche: la partenza alle 9.15 ha obbligato la cinquantina di atlete presenti ad un “riscaldamento” a temperature polari e solo nel finale di gara il sole ha iniziato un pochino a farsi sentire.

La corsa è stata un lungo testa a testa tra Ilaria Zaccagni, triverese dell’Atletica Palzola, e le torinesi Giada Licandro (Atl. Canavesana) e Miriana Ramat (Atl. Susa). A fine primo giro l’attacco di Licandro cheva a vincere con un vantaggio di 2 secondi su Zaccagni e di altri 4 su Ramat. Dietro si mettono in bella evidenza Lucrezia Mancino (Atl. Gaglianico) e la borgomanerese Alice Gattoni (Ugb Biella) rispettivamente 4ª e 5ª al traguardo nonchè seconda e terza nella graduatoria Allieve dietro alla inarrivabile Licandro.

nov_7353

Nelle tre categorie Master femminili previste, successi per Ilaria Zaccagni tra le F35-40, mentre tra le F45-50 ha chiuso al primo posto Samantha Ghedini (Zegna Trivero), reduce dalle fatiche del “Campaccio”. Nella categoria Over55, infine, successo per Manuela Ospitalieri dell’Atletica Candelo. Per tutte le notizie vai su: www.biellacronaca.it  pagina  sport.

 


 

Il Cross dei 2 Laghetti di Verrone è la prima delle quattro prove di selezione indicate dal settore tecnico per formar la rappresentativa regionale ci/ce. Vittoria per Nocenti e Piana

Si è svolto oggi a Verrone (BI) il Cross dei Due Laghetti giunto alla 2° edizione e valido come prima prova di selezione per la composizione della squadra di cross cadetti/e che prenderà parte al campionato italiano per regioni. A tale proposito segnaliamo che, come da comunicazione del settore tecnico regionale, la squadra verrà composta dai migliori cinque atleti (maschili e femminili) tenendo conto dei migliori 3 risultati ottenuti durante le quattro prove di selezione (Verrone, Ivrea, Volpiano e Pinerolo); la decisione finale per la composizione della squadra spetterà comunque al settore tecnico.

Per quanto riguarda la prova di Verrone, Widly Nocenti (Derthona) si aggiudica la prova cadetti davanti a Teshale Zanchetta (Vittorio Alfieri Asti) e ad Andrea Vair (Atl. Susa); restano ai piedi del podio per pochi secondi Elia Mattio (Pod. Valle Varaita) e Pietro Beccaria (Atl. Mondovì). Al femminile Alice Piana (ASD Gravellona VCO) conquista la vittoria davanti alle atlete del Runner Team 99 Federica Pagliassotto e Chiara Copelli. A seguire con lo stesso riscontro cronometrico Elisabetta Galliano (Atl.Saluzzo) e Camilla Bianco (Vittorio Alfieri Asti), distaccate di un solo secondo dal terzo gradino del podio.

nov_7729nov_7822

Widly Nocenti (Derthona)                                     Alice Piana (ASD Gravellona VCO)

Nella categoria allievi al maschile successo per Mattia Galliano (Roata Chiusani) con 12 secondi di vantaggio su Lorenzo Caretti (GAV) e 15 secondi su Francesco Genova (Atl. Giò 22 Rivera). Al femminile prima a tagliare il traguardo Giada Licandro (Atl. Canavesana) seguita da Lucrezia Mancino (Atl. Gaglianico) e da Alice Gattoni (UGB). Sul podio assoluto insieme alla Licandro salgono Ilaria Zaccagni (Atl. Palzola) e Miriana Ramat (Atl. Susa).

Nella prova assoluta maschile facile successo per l’azzurro della corsa in montagna Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe) che infligge 20 secondi di distacco ad Alberto Mosca (Atl. Palzola); terzo gradino del podio per un più defilato Paolo Finesso (Atl. Valsesia).

Chiudiamo infine con i risultati della categoria ragazzi dove Edoardo Siliquini (ASD Borgaretto 75) si aggiudica la prova maschile davanti ad Alberto Rolando (Atl. Pinerolo) e a Edoardo Martelli (Atl. Giò 22 Rivera); al femminile vittoria per Noemi Bogiatto (Atl. Saluzzo) seguita da Amira Channoufi (CUS Torino) e da Greta Michieli (ASD Borgaretto 75).

piemonte.fidal.it


06  Gennaio 2017  Santhia’

Alla 1° edizione  Befarnevale vincono Bamaarouf e Maraoui.

Nella foto podio masc e  femm .   Galleria fotografica qui

nov_7180nov_7169

 Classifica Maschile:

1° Tariq Bamaarouf (Team Marathon), 2° Stefano Guidetto Icardi (Cus Torino), 3° Stefano Intagliata (Peperoncino), 4° SAlah Puyat (Atletica Palzola), 5° Emanuele Ladetto (Vittorio Alfieri), 6° Paolo Zilvetti (Atletica Candelo), 7° Fabrizio Riesi (Splendor Cossato), 8° Alessio Menonna (Ugb), 9° Paolo Veggi (Sesia Running), 10° Fabio Lovisetto (Gaglianico)
Classifica femminile:

1ª Fatna Maraoui (Esercito), 2ª Ilaria Zaccagni (A. Palzola), 3ª SAbina Ambrosetti (A. Palzola), 4ª Martina Moglia (Cus Torino), 5ª Sara Filiberti (Cus Torino), 6ª Margherita Grosso (Brancaleon), 7ª Federica Poma (Olimpia Runners), 8ª Antonella Rabbia (Brancaleone), 9ª Annalisa Mazzarello (A. Novese). 10ª Elena Graziano (Cus Torino).

 


06 Gennaio 2017 

Cross: Campaccio nel segno di Edris e Obiri

Le nostre atlete  Valeria Roffino si piazza al 8°posto e seconda italiana ,  Valentina Costanza  finisce in 11° posizione.

A San Giorgio su Legnano successo in volata per l’etiope, dominio della keniana. Crippa ottavo al maschile, settima Dossena.   RISULTATI/Results

Donne:

1 OBIRI HELLEN KENIA KEN SF 00:18:32
2 CHEPYEGON FAITH KENIA KEN SF 00:18:36
3 TIROP AGNES KENIA KEN PF 00:18:56
4 BURKA GELETE ETIOPIA ETH PF 00:19:01
5 ALAMREW ENATNESH ETIOPIA ETH PF 00:19:13
6 DIRO ETENESH ETIOPIA ETH SF 00:20:11
7 DOSSENA SARA LAGUNA RUNNING SSD SRL ITA SF 00:20:33
8 ROFFINO VALERIA G.S. FIAMME AZZURRE ITA SF 00:20:40
9 VIOLA GIULIA ALESSANDRA G.A. FIAMME GIALLE ITA SF 00:20:41
10 BROGIATO SARA C.S. AERONAUTICA MILITARE ITA SF 00:20:51

11 COSTANZA VALENTINA C.S. ESERCITO ITA SF 00:20:53

Uomini:

1 EDRIS MUKTAR ETIOPIA ETH SM 00:28:54
2 MERGA IMANE ETIOPIA ETH SM 00:28:55
3 BIRECH JAIRUS KENIA KEN SM 00:28:59
4 CHEROBEN ABRAHAM BAHRAIN BRN SM 00:29:06
5 IRABARUTA OLIVIER BURUNDI BDI SM 00:29:08
6 KIPRUTO CONSESLUS KENIA KEN SM 00:29:20
7 KOMON LEONARD KENIA KEN SM 00:29:40
8 CRIPPA YEMANEBERHAN G.S. FIAMME ORO PADOVA ITA PM 00:29:48
9 GHEBREHIWET FANIEL EYOB VENICEMARATHON CLUB ITA SM 00:29:49
10 CHIAPPINELLI YOHANES C.S. CARABINIERI SEZ. ATLETICA ITA PM 00:30:09

 

Regna l’Africa in una giornata di sole al Campaccio. Sui prati di San Giorgio su Legnano (Milano), la stagione 2017 si apre con l’edizione numero 60 di una grande classica della corsa campestre, prima tappa italiana del circuito IAAF di specialità, vinta dall’etiope Muktar Edris e dalla keniana Hellen Obiri. La gara maschile si decide in volata e il bronzo iridato di cross si aggiudica il successo come nel 2013, con il tempo di 28:54 sui 10 chilometri, davanti al connazionale Imane Merga (28:55), vincitore l’anno scorso, e al keniano Jairus Birech (28:59), che aveva provato un attacco nel tratto finale, per replicare lo stesso podio di sei giorni fa nella gara di San Silvestro a Bolzano. Primo degli italiani, all’ottavo posto, il ventenne Yeman Crippa (Fiamme Oro) che cerca di tenere il ritmo dei battistrada nella parte iniziale. Poi il bronzo europeo under 23 chiude in 29:48 per avere la meglio allo sprint nei confronti di un altro italiano, il maratoneta Eyob Ghebrehiwet Faniel (Venicemarathon Club), brillante nono con 29:49, seguito dal vicecampione continentale junior Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), al debutto nella categoria promesse e decimo in 30:09. Nelle prossime settimane Crippa affronterà un raduno in Portogallo e ha in programma la partecipazione alla Cinque Mulini del 22 gennaio a San Vittore Olona. Sesto invece il keniano Conseslus Kipruto (29:20), olimpionico dei 3000 siepi, preceduto anche da Abraham Cheroben (Bahrein, 29:06) e dal burundese Olivier Irabaruta (Atl. Casone Noceto, 29:08), settimo Leonard Komon (29:40). Presente alla manifestazione Elio Locatelli, direttore tecnico nazionale dell’alto livello.

Al femminile, notevole prova di forza della keniana Hellen Obiri che si impone in 18:32 realizzando il nuovo record del percorso sulla distanza dei 6 km. L’argento olimpico dei 5000 metri corre sempre in testa e stacca nell’ultimo chilometro la connazionale Faith Kipyegon, oro a cinque cerchi sui 1500 e oggi seconda in 18:36, ma entrambe sfruttano un percorso compatto e senza fango per scavare un ampio divario sulle avversarie, comprese le altre africane: la campionessa mondiale Agnes Tirop (18:56), le etiopi Gelete Burka (19:01), Enatnesh Alamirew (19:13) ed Etenesh Diro (20:11) in un pomeriggio freddo, nell’evento organizzato dall’Us Sangiorgese. Migliore italiana sulla linea d’arrivo al settimo posto in 20:33 è Sara Dossena (Laguna Running), triatleta azzurra e campionessa tricolore di cross nel 2015, che regola Valeria Roffino (Fiamme Azzurre), ottava in 20:40, poi Giulia Viola (Fiamme Gialle, 20:41) e Sara Brogiato (Aeronautica, 20:51) davanti a Valentina Costanza (Esercito, 20:53) e alla promessa Roberta Ciappini (Gs Csi Morbegno, 20:57), bronzo under 23 a squadre nei recenti Europei di campestre. Tra le juniores prima Michela Cesarò (CUS Torino), al 17° posto assoluto in 21:48, mentre nella gara under 20 maschile di 6 km Mustafà Belghiti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) fa la differenza nel secondo giro e vince in 18:56. Alle sue spalle due portacolori dell’Atletica Pinerolo: secondo Francesco Breusa (19:07), terzo Ayyoub El Bir (19:18), tallonato da Luca Alfieri (Pbm Bovisio Masciago, 19:19) che è il primo allievo al traguardo. Nella gara under 18 femminile bis di Nadia Battocletti (Atl. Valli di Non e Sole), al comando sin dal via, che prevale con il tempo di 14:00 sui 4 km davanti a Elisa Ducoli (Free Zone, 14:10), nel secondo giro sugli stessi tempi della trentina vincitrice, e terza Sophia Favalli (14:43), altra ex cadetta della Free Zone.

l.c.

(ha collaborato Cesare Rizzi/CR FIDAL Lombardia)


31 Dicembre 2016 Trivero
Vincono la 26ᵃ “San Silvestro”  Quazzola e Iozzia 

Nonostante la vigilia di capodanno circa 120 atleti si sono ritrovati  a Trivero per ultima gara del 2016, circa 8,300 km  da correre nonostante la temperatura  fresca e il cielo sereno, ecco il podio maschile e femminile.

nov_6707

Uomini:  1°Italo Quazzola  –  2°  Francesco Carrera  –  3° Alessandro Boschis.

Donne:  1°Ivana Iozzia  –  2° Ilaria Zaccagni  –  3°  Martina Moglia.

nov_6815